Feeds:
Articoli
Commenti

Scusate ragazzi, ma ultimamente mi sono trasferita su Twitter con un account segreto e mi diverto un mondo!

140 caratteri per una relazione sociale molto poco impegnativa, ma abbastanza divertente da poter sfogarci dentro ogni piccola frustrazione del quotidiano in un mix di intelligente ironia trash.

Non so che fine farò fare a questo blog, molti di voi li ho ormai persi per strada. 

Buona estate a tutti voi!

Image

Pasquetta

Simpatica gita al Castello di Gradara.

Entriamo in chiesa e troviamo nel seguente ordine:

E poi accanto all’altare un banchetto…

Il commento del Folle:

“Sembra una scena di CSI”.

E votatelo, no?

Prima di oggi la pentola a pressione non l’avevo mai usata.

Ora è lì sul fuoco,la guardo come fosse un alieno.

Non sapevo del SIBILO e quando l’ha fatto mi è preso un collasso.

Insomma… ora è lì sul fuoco che fa strani rumori, esce vapore, compie strani movimenti… io so solo che non vedo l’ora di assaggiare la mia zuppa cotta in tempi record.

Il Matrimonio

Una delle mie amiche, che qui soprannominerò F.V. ovvero Fashion Victim, ha preso ad uscire con un tipo da un mese a questa parte.

La madre è da quando è nata la figlia che mette da parte i soldi per il suo matrimonio, le ha già preparato il corredo ed ora che sa che la figlia ha un maschio ha mobilitato la famiglia intera.

Per la cronaca, non hanno ancora consumato che già la madre sta organizzando la parte Politically Correct degli inviti nuziali.

“Figlia, ho chiamato la cugina Rosaria, si perché sai mi sto già organizzando per la parte monetaria del tuo matrimonio. Secondo lei ci vogliono un sacco di soldi, ma non preoccuparti ho già messo da parte un bel mucchio.”

“Figlia, ma se ti sposi con il tuo maschio la inviti la Zia di Roma?”

“Figlia, non mi rispondi???”

La madre chiama la cugina lontana al telefono.

“Rosaria, questa non vuole invitare la zia di roma, parlaci tu per favore!”

F.V. si vede arrivare la telefonata della parente lontana che conclude così la telefonata.

“O fashion, tu la devi invitare la Zia di Roma, ok? E non ne parliamo più. Ciao!”

Amici del Folle trascorrono la notte da noi.

La mattina si svegliano, si alzano, scendono dalla mansarda e ci raggiungono in cucina.

Il mio Pop Amico commenta così la nostra casa:

“La vostra è la casa dei Cereali, delle merendine e dei biscotti del Mulino Bianco dove di primo mattino tutti sono felici, c’è tanta luce e si mangia tanta roba buona.”

Il mio Amico Pop elargisce anche un paio di perle di Saggezza del suo paese:

“Se ti scopi 3 donne rosse di capelli diventi immortale”

“Rossa di capelli, vogliosa di piselli”

E dalle vostre parti quali sono i più famosi detti popolari?

Al ristorante

Coppia di coniugi con Barboncino.

Si accomodano, ordinano.

“Signorina oltre ai pasti appena ordinati può portare un timballo di carne e delle coscette di pollo per il nostro cane? Grazie.”

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.