Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2010

Ecco una classifica dopo quasi 5 mesi che cerco casa.

1) Al primo posto la casa con il garage allagato: “Signorina non si preoccupi in estate non succede mai” (???)

2) Al secondo posto l’appartamento sviluppato per lungo con due bagni identitici (!) confinanti, la cucina al piano del terrazzo e l’autotrasportatore per uscire dal garage! (no rampe ma ascensore per macchina!)

3) Al terzo posto degli attici in zona residenziale, ti affacci al balcone e vedi un’enorme torretta della corrente elettrica affiancato da un torrente in secca (sigh)

E voi siete mai entrati in case veramente strane per qualcosa?

Annunci

Read Full Post »

NOn fosse per l’iPhone considererei i tappi in cera l’invenzione del secolo.

Abito, dicevo qualche post fa, in una zona abbastanza incasinata in estate: giostra, chalet, locali sotto casa (musicadddance)  e dei vicini di casa che non ci sono mai ma che quando ci sono si sentono alla grande.

Hanno l’insana abitudine ad invitare i propri amici ad orari assurdi, sabato sera vengo svegliata dai loro schiamazzi verso le 00:45, tacchi, strilli, risate eccetera.

Stanotte idem, ore 01 più o meno, musica, tacchi, risate del cazzo.

L’anno scorso non avevo i tappi e mi urtavo tanto che un mercoledì sera mi incazzai ferocemente perchè quegli stronzi facevano un casino della miseria alle 2 della notte!

SI, ci ho parlato, è servito i primi mesi ma a quanto pare se l’è già dimenticato.

Beh, sti cazzi.

Io quest’anno ho i tappi e fanculo a tutto il resto.

Oh.

Possono fare tutto il casino che vogliono.

^_^

Ps: una notte di tanti anni fa gli stessi fecero un festino un pò alternativo, ad un certo punto si sentirono le femmine strillare e venne addirittura l’ambulanza…non oso immaginare cosa sia potuto accadere.

(Gesù vi punirà)

Read Full Post »

Serata fichissima in ristorante di classe.

Jò non si mette in tiro ma diciamo che rinuncia alle sue solite scarpe da tennis, ai pantaloncini di jeans e alla prima maglietta che generalmente le capita davanti per dei pantaloni bianchi e una maglietta nera leggermente scollata.

Orecchini di perle, treccia, un filo di lucidalabbra e mascara ed è pronta per la serata.

Dall’altra parte il folle abbandona gli shorts per dei jeans, T-shirt e via si parte non in macchina OVVIO! ma tutti in sella nella mitica Fazer per raggiungere il ristorantino all’aperto in un bellissimo borgo marchigiano.

Arriviamo e ci danno un tavolo che non da sulla balconata sul mare (“Tutti prenotati signorina”) ma sotto ad un grande ombrellone bianco costeggiato da una piantumazione violacea.

Ordiniamo.

Tic tac, inizia a piovere.

Me la godo, io ho l’ombrellone che mi protegge, il resto della ciurma impazzisce, corrono all’interno del ristorante, si vede che sono italiani, soltanto una coppia di olandesi rimane imperturbata a bere il suo vino con le gocce di pioggia salmastra.

(Mitici stranieri)

E’ a questo punto che inizia la follia.

Lo spostamento dei tavoli dall’esterno all’interno del ristorante provoca dei ritardi in cucina, il folle ed io ci accontentiamo di un antipasto e di un primo e andiamo alla cassa a pagare, per un dolce avrei dovuto aspettare troppo tempo.

Ci mettiamo in attesa, non c’è nessuno.

Si iniziano a sentire delle voci dalla cucina.

“MI DOVETE LASCIARE IN PACE HAI CAPITO??? PORCO D*O!”

Silenzio.

Dalla cucina esce la titolare, pallida e mezza tremolante.

Noi: “Mi scusi, possiamo pagare il conto?”

Lei: “Non so neanche che avete preso”

SIlenzio.

Iniziamo a dettare.

Io: “Parmigiana, tortelloni in crema di tartufo…”

Dalla cucina: “E SI E SI E SIIII! TI HO DETTO CHE è PRONTO!!!!!!!!!!!!! PORCO D*O!!!!! PORCA MAD*NNAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! PORCO D*OOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!”

Rumori violenti di stoviglie sbattute, ancora il silenzio.

L’imperturbabilità di lei.

Mi scappa una risata, la trattengo, spero non alzi lo sguardo verso di me altrimenti figura di m*rda,  penso che devo trattenermi, mi viene da ridere, è una scena troppo comica anche perchè il tipo ha un certo stile nel bestemmiare… è troppo magistrale.

Conto fino a 10, cerco ancora di trattenermi, vorrei tanto ridere, guardo il Folle che recita una fintissima parte di quello che non ha sentito nulla, so però cosa pensa e vorrebbe ridere questo è certo.

Prendiamo la ricevuta, per andarcene ci giriamo verso i tavoli dei clienti.

Vedo le espressioni di ognuno di loro.

Sono tutti attoniti nei loro smaglianti abiti firmati e nella loro pelle di un abbronzato fastidiosamente vip.

Mentre guardo la scena penso che…

…ci sono cose che non hanno prezzo…per tutto il resto c’è MASTERCARD!

Read Full Post »

Quando l’accettazione sociale dipende dai peli.

Cosa credevate pagliacci!

Di essere i più fichi? I migliori? I più stimati? I più bravi?

Tzè.

Siete dei pagliacci tristi, ecco cosa siete!

Per essere il leader in ufficio, il più fico in riva al mare, il più grande scopatore di tutti i tempi dovete assolutamente rasarvi dalla testa ai piedi!

L’uomo peloso oggi è OUT!

Pagliacci tutti!

I tempi sono proprio cambiati, una volta eravamo abituati a vedere Magnum PI, Hunter, per non parlare di Chewbacca!

Read Full Post »

Questo Spot “sta avanti”!

Read Full Post »

Note:

– Lippi: “Poverini erano terrorizzati”…eh si poverini, che terrore andare a giocare in sud africa, prendere un saccaccio di soldi comunque vada…un terrore vero e proprio…niente a che fare con la guerra estenuante in Vietnam!

– Gattuso ha voluto omaggiare il nostro premier dicendo “Siamo i Cavalieri della vergogna!”

– Fine partita, Lippi che scappa via in spogliatoio, scene strazianti di pianti da parte di de rossi, insomma, finchè si vince tutti uniti e contenti quando si perde ognuno per i fatti suoi, ma avete vinto i mondiali di 4 anni fa, mo basta. Per altri 30 dovete starvi calmi!

– Sponsor: quante bestemmie avranno tirato gli sponsor ieri sera? Quanti soldi avranno perso? E mo in italia chi se li fila più i Mondiali?

– Jò: all’inizio tifavo Italia, poi vedendo i primi 60 minuti giocati così male ma così male, ho iniziato a tifare slovacchia. Poi la squadra si è più o meno risvegliata con Pirlo e quagliarella, allora ho riniziato a tifare Italia (sono sempre dalla parte dei perdenti a meno che i perdenti non giocano troooooppo male tipo l’italia ieri), poi quando la Slovacchia ha fatto il gol del 3 a 2 ho pensato che se si azzardavano comunque a pareggiare sarebbe stato troppo assurdo. Non si possono giocare bene gli ultimi 15 minuti di partita e poi la prossima volta(che non ci sarà)  lippi impara a fare un ricambio generazionale dei calciatori!

Epilogo: in realtà non me ne frega niente, ma devo ammettere che assistere all’eliminazione della squadra mi ha fatto proprio godere. Così finalmente dalla modesta provincia e da Piccola Town sun beach la gente toglierà quelle cazzo di bandiere tricolore che non le sopportavo più!

Ps: avete visto il nuovo logo del tg1? Ma quanto è FASCISTA?

Ps2:mi fa tanto godere che con Berlusconi al governo l’Italia non si sia neanche qualificata agli ottavi…ahahahah…non dimenticherò mai la faccia di Prodi neo presidente del consiglio ai mondiali vinti 4 anni fa. Rosica tappo!

Read Full Post »

Entro nel cortile per parcheggiare, c’è lui, un anziano riccone nella sua “mitica” auto italiana nuova di pacca che sta fermo nella vettura, non si accorge che sono dietro, mi impedisce di passare.

Scendo, era al telefono, si scusa e mi fa spazio “a modo suo”.

Parcheggio, chiudo la macchina, mi avvio verso il portone. Da dentro la macchina mi strilla:

“Ohhhhh! Hai saputo che M. ha venduto l’appartamento al piano terra??? Sai quanto l’hanno pagato???320mila e manco il garage gli ha dato quella ad una povera famiglia con due bambini! ma come faraaaanno! Ohhh lo sai??? Ero al telefono poco fa con M. e le ho chiesto se poteva affittare l’altro appartamento che ha a dei miei conoscenti! Sai che ha detto quella??? Che lo vuole vendere e non lo affitta a nessuno! Sai quanto vuole??? Ahahahah! Quella vuole 300mila per un appartamento piccolo senza garage!!! Ma chi vuoi che glieli da tutti sti soldi ehhh??? Gli ho detto io: “ma dai sono una famiglia della modesta provincia!” e quella no…”

Seguono parole che non ho capito…per finire con un “vaffanculo”, che è stata la sua ultima parola riferita a chi non so… forse a M.

Chi è M.

M. è un’altra anziana riccona che ha avuto la fortuna di sposare appunto un uomo ricco, deceduto prematuramente, non ha mai fatto niente, non si gode neanche i soldi, si lamenta sempre e vive con il terrore che i parenti le rubino i soldi.

Lei che potrebbe anche affittarsi un DOMESTICO DI CASA BONO non lo fa, ma dico io!

COmprati un marito!

Prenditi un badante bonazzo!

Niente.

Manco la casa al mare si gode.

La vita è una, cazzo!

Read Full Post »

Older Posts »