Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 24 dicembre 2010

Buon Natale!

1) Ditemi se è normale fare in una notte 3 sogni uguali. Poi il sogno era anche piacevole…ERO SOLO IN VIETMAN SOTTO AI BOMBARDAMENTI mentre contemporaneamente cercavo di accattare qualche bel souvenir! Ho fatto il sogno 3 volte consecutivamente. Io che arrivo in vietnam con una nave, atterro, cerco i souvenir, li compro, iniziano i bombardamenti e inizio a scappare, contemporaneamente avviene uno tsunami. Alla fine mi salvo sempre (con i souvenir).

2) Ieri pomeriggio, entro in un negozio in centro, un negozio di scarpe con delle promozioni imperdibili. Negozio microscopico. Commessa stressata e nevrotica: “Oddio, domani è la vigilia, meno male, non lavoro. CHe palle, sempre in negozio sto. Chi se ne frega del Natale, di Gesù. L’importante è che non lavoro. Che coglioni stare qui. Oddio! I Babbi Natale che suonano! Che palle di cristo. CHe coglioni. Ah, mi sa che sto esaurita. Ahahahahaah. Tra un giorno faccio festa. Era ora. Cazzo. Mi sono rotta proprio le palle.”

3) Ma veniamo al Natale. Mi viene da ripensare ai natali di quando ero piccola. Ecco i ricordi più “divertenti”.

-avevo 5 anni, giocavo con i miei cugini, corro corro, l’idiota di mio cugino mi sbatte la porta in faccia. Mi ha quasi rotto il naso.

-avevo 8 anni e sempre il cugino idiota di cui sopra, sparando un non so che Raudo, diede fuoco ad un grande Pino della via. Dovettero venire i vigili. Andammo sul giornale.

-avevo 4 anni. Era mezzanotte e una campana suonante annunciava l’arrivo di Babbo Natale.  Entrammo nella stanza al piano terra dalla quale proveniva il suono: finestra spalancata, mi precipito a guardare fuori: vedo la gamba di Babbo Natale che saliva in cielo trainato dalle renne.

Io la vidi davvero. Cioè. Ho ancora il ricordo di quel Frammento di immagine-rappresentazione di Babbo Natale.

– avevo 10 anni. COn un gioco perfido fatto dai miei cugini stronzi (al quale potevo cascare soltanto io), bestemmiai iddio proprio il giorno della Vigilia. Ovvio, i serpenti andarono subito da mio padre a dirglielo ridendo come degli idioti.

-avevo forse 12 anni, ricevetti i regali più belli in assoluto. Il gioco da tavola “Brivido” e un bel microscopio!

(Forse il microscopio non fu proprio una bella idea. I giorni successivi infatti, poichè volevo assolutamente vedere il sangue al microscopio, mi autolesionavo provocandomi piccole fuoriuscite di sangue prontamente catturate nel vetrino…)

– ma vogliamo anche parlare di quando cercai di fare la verticale e cascai di schiena?

Era sempre Natale.

Va beh, vi sarete fatti una precisa idea di Jò, cioè che da piccola era particolarmente sciocchina.

Da piccola.

Ora che è “Matura” no.

Va beh, Buon Natale a tutti voi, pagliacci tristi e non!

Annunci

Read Full Post »