Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2011

Riflessioni in Pillole

1) Il mio spirito guida è Concita de Gregorio. E’ saggia, intelligente, calma, attraente, una voce bellissima. E’ come vorrei essere alla sua età. Di lei Feltri in un articolo ha detto (a proposito della sua quarta gravidanza): “La mamma dei cretini è sempre incinta.” Concita, ospite dalla Dandini che l’ha informata della battutaccia, non ha battuto ciglio. Che donna.

2) Non mi piacciono i bambini. Non capisco. Il mio spirito guida ne ha 4! Tutti maschi. Una donna a 30 anni dovrebbe desiderare un figlio, io non vedo niente di incredibilmente entusiasmante nel concepire. Parlo proprio di un’attrazione che manca. Preferisco gli animali.

 

Annunci

Read Full Post »

Cronaca di una sera passata al Pronto Soccorso.

Intorno alle 20 mi chiama in lacrime mia madre: “Oddio Jò è successa una tragedia!!!!”

Penso: “E’ morta la gatta…”

Mi dice: “Un labrador ha fatto cadere tuo padre, si è rotto l’anca!!!!”

Suggerisco di chiamare un’ambulanza al più presto, non lo fanno, allora corro con il Folle e lo passiamo a prendere.

Arriviamo a casa e lui…cammina zoppicando. Cazzo ma allora sta bene! Oramai le “scene napoletane” di mia madre le conosco fin troppo bene…

“Papà tranquillo, hai preso una brutta botta ma non ti sei rotto nulla, andiamo subito in ospedale per accertamenti”

Morale: Super Mario sta bene, dai raggi niente di rotto, 10 giorni di riposo -che già dice di non voler prendere: “Io Lunedì vado a lavorare!!!!”.

Fa il muratore, è un caterpillar.

All’ospedale c’era:

-la tipa picchiata dal marito che si teneva il braccio stretto sotto al seno per contenere il dolore,  nel frattempo gridava “il padre di mia figlia mi ha fatto questo! io lo dico a mio padre, lo ammazzo!!!!”

-una donna con le doglie

-una cliente di mio padre che come lo ha visto gli diceva “ahhhh Super Mario, non ti sei fatto tanto male, vero? No perché se no chi mi fa il bagno??? Ah sai ci ho ripensato, mi devi allungare il rivestimento della cucina! ahhh sai che ho comprato cucina bla bla bla…ahhh sai è arrivato l’imbianchino? quant’è bellinoooooo!

Non potevo crederci, mio padre si è messo a parlare di lavoro anche a mezzanotte al prontosoccorso!!! E anche con una bella donna attratta dall’imbianchino tondolino!

-un uomo che assomigliava così tanto alla famiglia di mio padre che lì per lì avevo deciso: “Deve essere un probabile fratellastro di papà.Questa è una coincidenza significativa!!!”- stavo delirando.

Va beh, chiudo questo capitolo, è stata proprio una brutta serata di cui vi evito:

1) la parte del nostro avvocato che viene per parlare con il padrone (del cane non assicurato) che si stava cagando addosso

2) la parte del Folle che per ragioni di sicurezza registra in gran segreto la sua conversazione con il padrone del cane mentre confessa il fattaccio (non si sa mai, potrebbe anche dire che il suo cane non ha fatto niente per pararsi il culo)

Voglio dimenticare.

Buona giornata!

Read Full Post »

Non pensavo fosse così complicato trovare il buco per l’uscita della cappa.

Cioè.

E’ stata una vera e proprio odissea.

Il mio babbo, muratore, è stato quasi una giornata intera a smadonnare.

Sale sul tetto, infila sonda… “toc toc toc”.

“Allora dove si sente????”

“Non si sente babbo…”

Questo per un paio di ore.

Andiamo dal vicino che abita esattamente sotto al nostro appartamento.

“Salve, scusi per l’orario bla bla…volevo chiederle se potevo vedere la sua cucina in modo da individuare il buco bla bla…”

“Oh sisi, prego, vede…sta tutto a destra.”

Il Babbo torna sopra e inizia a sfasciare a destra. Niente.

Si agita:

“Comunque a me sembra troppo strano, non può stare a destra! Secondo me è al centro, di preciso non lo so, ma al centro. Anche perché il camino dei fumi è lì e bla bla”

Spacca e…niente buco.

Il Babbo con Folle vanno al piano di sopra, dove c’è un piccolo appartamento mansardato.

Apre una ragazza, “una gran fica” a sentir parlare il Folle.

(Si, rosico)

“Uh si prego entrate…si si il buco è completamente a sinistra!”

il Babbo torna, fa un buco a sinistra.

Niente.

Nel pomeriggio porto uno specchio, non si sa mai, infatti mio padre lo ficca nel buco che aveva creato a sinistra, inserisce lampada e…LO VEDEEEEEEEE!

Tutto eccitato fa “Si si c’è! Sta dopo 7 foratelle!!!!”

Insomma, con un calcolo approssimato il babbo ha sfasciato ed ha trovato il buco…è stata una grande emozione.

Il Buco c’è.

(E abbiamo anche trovato l’uscita del camino ^_^)

Dal buco tanto agognato chi ci spunta?????

Gorbaciov da uno dei fogli di giornale accartocciati… in data:

11 giugno 1989

ovvero l’anno di costruzione dell’edificio!

Qualcuno mi spieghi per quale motivo degli operai hanno creato e subito chiuso quel buco.

Foto ricordo…

Buco per la cappa:

Canna fumaria:

 

Amen.

Read Full Post »

Allora.

Sto cercando di arredare casa.

Ogni vostro consiglio sui mobili, marche di elettrodomestici ecc…è ben accetto.

Torniamo a noi, siccome dimostro 18 anni e nei mobilifici non mi si cagavano di pezza mi sono dovuta armare dei vestiti giusti, del trucco giusto, del cappotto giusto che solitamente  uso a NATALE, CAPODANNO e nei restanti giorni del signore.

Tutto questo per sembrare più o meno una DONNA, non una BAMBINA.

Risultato? Mi si cacano, accorrono per aprirmi la porta, questo forse sarà merito del mio miglior paio di orecchini di perle e diamanti.

O forse sarà merito dell’iPhone????

Il problema è quando l’architetta del mobilificio inizia a metterti tutto in discussione.

-il tavolo qui non va

-no, ma il contro-soffitto qui no perché “personalmente la trovo una scelta poco elegante”. (QUESTA STA DICENDO CHE IO NON HO GUSTO… per me è già rissa.)

-il camino così no

-no questi colori no…”MA COME, LA CASA LA LASCI CON LE PARETI BIANCHE?????” (Cazzo vuole questa? Ti fa schifo il bianco??? A me no!)

-no il comò fa vecchio (Vabbè, mo pure il comò non le va bene…)

Scusa carissima, la casa è mia e decido io.

E non mi dare del tu anche se ho l’età di tua figlia.

“Potttttami rispetttto pottttttami!”

Capitolo Ristrutturazione.

Metteremo il parquet incollato, rovere chiaro. IL pavimento che c’è ora è perfettamente stabile e si presta all’incollaggio.

Meglio così risparmiamo.

Il parquettista ha avuto  la faccia tosta di dirmi:

“Allora cara, per far partire l’ordine mi dai 1600 euro in nero entro domani.”

Scusa eh, ma:

1) chi ti ha detto che voglio fare il nero

2) secondo te io ti dò 1600 euro in nero a te che manco ti conosco e tra l’altro da un giorno all’altro e senza farmi vedere il pacco di parquet che ho comprato…io i soldi te li do quando l’ordine è arrivato!

Iniziamo bene…

Read Full Post »

Il Folle è un grande esperto e appassionato di tutta la saga Alien, Star Wars e Balde Runner.

Non c’è giorno che non mi parli di almeno di uno di questi film.

Recentemente ha acquistato per la terza volta un cofanetto degli Alien, una Special Edition.

Questo implica rivedere per la terza volta (NO, DI PIU’) Alien 1 2 3 e 4.

Ieri mentre passeggiavamo gli faccio: “Allora stasera finiamo alien 3, domani vediamo alien 4, poi mercoledì Blade Runner e da giovedì tutto Star Wars però iniziamo dall’episodio 1 che preferisco lasciarmi il meglio alla fine. Perbacco, alla fine di tutta questa tragedia mi dovrai fare un regalo!”

(Ah che bello mi faccio regalare un bel libro…)

Lui:

“Si si, ti regalo una lavatrice nuova.”

Ecco, è da queste piccole cose che si capisce quando un rapporto inizia a perdere colpi.

Folle…stasera a letto senza cena e senza Alien 4!

Read Full Post »

Ieri mattina mi vedo con il parquettista incaricato di posare il parquet nella casina nuova.

Ci diamo appuntamento sotto casa.

Nonostante gli occhiali, non riconosco il mio futuro vicino di casa, un simpatico anziano.

Mi vede e mi viene incontro.

Ci salutiamo.

Il vecchietto nota anche la presenza di un…UOMO.

Lo guarda storto, poi guarda storto me e mi fa:

“Spero che lui c’entri qualcosa con i lavori di ristrutturazione.”

“…”

(Sta pensando che è il mio amante)

“Ma si Gino, è il parquettista!”

“Ah ok. Allora buona giornata a tutti e due. E tu-riferito al tecnico-cerca di fare bene il lavoro, capito????”

Ok.

Ora tutti i condòmini mi descriveranno come “La nuova inquilina dell’ultimo piano che c’ha l’amante parquettista”.

Cominciamo bene…

Read Full Post »

I primi sogni del 2011

1 Gennaio: sono una bella ragazza e mi viene dietro un bellissimo ragazzo (molto simile al folle) soltanto che non è un uomo ma un’anima. Lo vedo in fugaci apparizioni, mentre gioca da solo a biliardino sopra ad una collina verde (deve essere stato il rhum del mojito), mentre mi tira confezioni di carammelle senza carammelle…

2 Gennaio: sono la regina di un bellissimo castello aragonese, ceniamo in estate sopra la torre del castello, un castello che da sul mare, c’è il profumo dell’estate, della brezza marina, i miei sudditi mi proteggono, è tempo di guerra. Non facciamo a tempo a cominciare la cena che intravediamo dal mare l’avanzare del nemico, ed è la guerra.

Beh se i primi sogni dell’anno sono questi, il 2011 si prennuncia proprio come un particolarissimo anno!

Auguri a tutti gli scemetti!

Read Full Post »