Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘salute’ Category

Il Lungomare di Piccola Town SUn Beach è la prova vivente che se fai sport ogni giorno anche a 50 anni puoi avere un sedere sodo.

C’è una signora mitica, un procuratore, che cammina ogni giorno e si fa sempre gli 8 km con passo svelto.

I miei amici si girano sempre per guardarle il lato B.

Ce l’ha più sodo del mio!

Ergo: donne! Non disperate! Muovetevi e i vostri sederi sbocceranno come rose!

E ieri sono arrivate queste:

Delle Cazzutissime Mizuno Wave Fortis 4 che quando le ho messe per andare a correre non mi sembrava vero. Molleggiavo di brutto. Troppo fiche troppo.

Annunci

Read Full Post »

Ieri dal medico: 1 ora e 45 minuti di fila di dio.

In sala d’attesa tante signore anziane che hanno chiacchierato per tutta la mia permanenza in sala d’attesa.

“Oddejo mi fa male la gamba!”

“Sò cascata.”

“Ho l’artrosi alle mani.”

“Hai sentito’ E’ morta Assunta. Oddio e Marcello, Maria! Ma Annunziata poi! Era pe me come una sorella. Tanto mà voluto bbbbe. E i figli mi teneva e i maccheroncini e mi lavò le lenzuola quando mi sò sposata! Oddejo che dolore che ho provato quanto sa morta.”

Così per 90 lunghi minuti che ho cercato di trascorrere meglio che potevo con il mio libro di Thomas Mann…

Dopo 2 rappresentanti, 5 signore anziane ecco che arriva la terza rappresentante.

“Signorì a lei non la faccio passà che io sto male!”

“Signorì manco io la faccio passà sto qua dalle 3!”

Alla fine è passata prima di me.

Ma tanto io leggevo…la rappresentante mi guarda e mi fa: “Ahhhh anche io leggo sempre, mi piace leggere, quanto leggo! Quanto amo il mio lavoro! E viaggio! E io sono laureata in Farmacia, ho i figli, prima lavoravo all’università ma guadagnavo poco, poi ho lavorato come farmacista ma alla fine ho mollato per fare la rappresentante!”

Una vecchia le fa:

“Ma come ti è venuto in  mente??? Lasciare la farmacia per un lavoro così brutto?”

“Ehhh ma io così ho più tempo per i miei figli!”

Poi verso di me:

“Tu che leggi?”

Giro il libro.

Mi fa “Ahhhh siiiii” quando in realtà era palese che non conoscesse assolutamente l’autore.

Continuo a leggere.

Quella continua a tessere le sue lodi di brava mamma, brava lavoratrice, brava moglie e bla bla bla… (quando in realtà sono convinta che ogni mattina quando si alza pensa “Ma chi me l’ha fatto fare a fare famiglia?”. E secondo me il marito neanche se la scopa più. Troppo chiacchiera!)

Nel frattempo entra una 30enne con una pancia enorme. Le vecchie non vogliono far passare manco a lei! Io presa da un incredibile senso di pietà per la condizione della poveretta (ma chi te lo ha fatto fare?) insisto per farla passare. Essia.

FInalmente entro dal dottore.

Chiudo sconvolta la porta dell’ufficio e gli faccio:

“Ora ho capito perché ogni sera sei al lungomare che corri i tuoi 13 km…cioè con tutta questa gente pallosa, negativa e malata c’è da entrare in depressione!”

Lui ride di gusto, mi dice che vorrebbe venire da me per il consueto abbraccio ma non può alzarsi, correndo si è rotto due costole ma che nonostante tutto ieri ha corso ugualmente i suoi 13 km “andando più piano”. Mi parla delle sue maratone, delle scarpe running che dovrei comprarmi ed è concorde con la mia scelta di combattere il mal di schiena facendo un sacco di sport.

Ogni volta andare dal dottore è un’esperienza sociale che mi fa apprezzare tanto quello che ho: la salute, la giovinezza e la libertà.

Read Full Post »

Cronaca di una sera passata al Pronto Soccorso.

Intorno alle 20 mi chiama in lacrime mia madre: “Oddio Jò è successa una tragedia!!!!”

Penso: “E’ morta la gatta…”

Mi dice: “Un labrador ha fatto cadere tuo padre, si è rotto l’anca!!!!”

Suggerisco di chiamare un’ambulanza al più presto, non lo fanno, allora corro con il Folle e lo passiamo a prendere.

Arriviamo a casa e lui…cammina zoppicando. Cazzo ma allora sta bene! Oramai le “scene napoletane” di mia madre le conosco fin troppo bene…

“Papà tranquillo, hai preso una brutta botta ma non ti sei rotto nulla, andiamo subito in ospedale per accertamenti”

Morale: Super Mario sta bene, dai raggi niente di rotto, 10 giorni di riposo -che già dice di non voler prendere: “Io Lunedì vado a lavorare!!!!”.

Fa il muratore, è un caterpillar.

All’ospedale c’era:

-la tipa picchiata dal marito che si teneva il braccio stretto sotto al seno per contenere il dolore,  nel frattempo gridava “il padre di mia figlia mi ha fatto questo! io lo dico a mio padre, lo ammazzo!!!!”

-una donna con le doglie

-una cliente di mio padre che come lo ha visto gli diceva “ahhhh Super Mario, non ti sei fatto tanto male, vero? No perché se no chi mi fa il bagno??? Ah sai ci ho ripensato, mi devi allungare il rivestimento della cucina! ahhh sai che ho comprato cucina bla bla bla…ahhh sai è arrivato l’imbianchino? quant’è bellinoooooo!

Non potevo crederci, mio padre si è messo a parlare di lavoro anche a mezzanotte al prontosoccorso!!! E anche con una bella donna attratta dall’imbianchino tondolino!

-un uomo che assomigliava così tanto alla famiglia di mio padre che lì per lì avevo deciso: “Deve essere un probabile fratellastro di papà.Questa è una coincidenza significativa!!!”- stavo delirando.

Va beh, chiudo questo capitolo, è stata proprio una brutta serata di cui vi evito:

1) la parte del nostro avvocato che viene per parlare con il padrone (del cane non assicurato) che si stava cagando addosso

2) la parte del Folle che per ragioni di sicurezza registra in gran segreto la sua conversazione con il padrone del cane mentre confessa il fattaccio (non si sa mai, potrebbe anche dire che il suo cane non ha fatto niente per pararsi il culo)

Voglio dimenticare.

Buona giornata!

Read Full Post »

Se sei donna puoi avere il ciclo e questo ti conferisce Super Poteri alcuni dei quali:

1) Distinguere nettamente mille odori che il tuo compagno non riuscirà MAI a sentire. Un esempio.

Jò al Folle:

“Riesci a sentire che buon profumo ha il nostro abete di natale?”

“No.”

“Come no? E’ un profumo bello, sa di antico, sa di bosco, sa di infanzia e così via. Non lo senti???”

“Senti Jò, questo albero è INODORE.”

“Ti assicuro di no. E’ un buonissimo odore…ahhhhhh” -Jò prende testa del Folle e la spiaccica contro ramo di abete.- “E ora???”

“Non sento niente. E’ inodore!”

“NO.”

“Ok…ho il naso rotto.”

“Perchè…non dirmi che non senti neanche l’odore del nostro sapone Dove provenire dal bagno????”

“Oddio…nooooooooo. Quello proprio no.”

2) Percepire le unghie delle mani e dei piedi.

“Folle, non ti capita mai di percepire le unghie delle tue mani?”

“Cazzo dici?”

“E dei piedi???”

“…”

3) Riuscire a fare un bambino senza rapporti sessuali e travagli perché…TI APPARE ACCANTO!

E per concludere chiudo con questo post copiato e incollato dal sito Internazionale.it

MESTRUAZIONI:

1 Il ciclo si può dire, il marchese no. Le mie lune neanche. 2 L’assorbente doppio strato trasparente con le ali è l’equivalente di un suv con l’alettone. 3 Se vai in spiaggia per restare tutta vestita, con il muso sotto l’ombrellone, meglio rimanere a casa. 4 A meno che tu non stia parlando con un dottore, non scendere nei particolari. 5 Tre mesi di ritardo: non è un ritardo, è una gravidanza.

Read Full Post »

Allora, volevo essere massaggiata dalla fisioterapista???

SI.

E allora ieri mi hanno accontentata.

Niente più metodo di resseguer, ma manovre sul mio piccolo muscoletto piriforme doloroso.

Cioè, ho dolore alla schiena da febbraio e non mi ero mai accorta che mi faceva male il gluteo.

Ieri la fisioterapista ha messo via le vesti di asceta e si è trasformata in una favolosa massaggiatrice. Oh.

Mi ha spiegato che il mio dolore deriva dal piriforme che è praticamente diventato una polpetta aggrovigliata che non si muove più bene, insomma, tipo toppa che fa male oh.

La santissima ieri mi ha fatto malissimo, oggi sto malissimo, sono felicissima di stare malissimo.

Che vi posso dire. mi ha fatto la manipolazione miofasciale, regalandomi la consapevolezza del dolore in quei punti, per assurdo, dopo il massaggio il muscolo era meno irrigidito, ma c’è una cosa che mi ha stupito assai.

Lei manovrando mi diceva: “Ora facciamo entrare il caldo” e il punto mi bruciava di brutto (tipo puntura sul culetto, altro che bunga bunga) e “Ora facciamo entrare il freddo” e nel punto sentivo penetrare il freddo!

Alchè mi scappa un “Questa è alta stregoneria!!!”

Lei ride, è simpatica, fa battute e mi sopporta mentre strillo in modo colorito, dicendomi che per lei è importante sapere tutto quello che provo.

E’ buffa la scena di lei che mi massaggia.

Sembra una posizione del Kamasutra.

Aggroviglio le mie gambe sul suo collo e lei mi manovra, passando OVUNQUE!

Ma la grande Jò non si vergogna, è una donna di mondo in fondo!

ahahahha

Per non parlare poi della spugna bagnata posizionata intorno all’ano e che va STRIZZATA!

Tranquilli, la spugna è immaginaria, è un esercizio che devo fare per sciogliere la toppa.

(Sto strizzando la spugna)

Buon weekend.

Read Full Post »

Se siete depressi a causa di più o meno futili motivi, andate in un posto che vi posso dire per email, la vostra depressione svanirà sembrandovi una delle cose più stupide e senza senso rispetto al resto del mondo.

Stamattina sono stata in un centro di riabilitazione ad iniziare un piccolo ciclo da una fisioterapista, ma di questo parlerò in un altro post.

Sala d’attesa.

Accanto a me una signora sui sessant’anni, diabetica, mi spiega che stavano per amputarle la gamba, poi con una terapia è riuscita a tenerla, può camminare. Però non riesce a tagliarsi le unghie dei piedi e si reca diverse volte presso un centro che si occupa di tagliarle le unghie appunto.

Mi dice che in fondo non può lamentarsi, almeno lei può camminare ancora…infatti entrano in sala d’attesa 3 uomini sui 50 anni e tutti in carrozzina. Lei immediatamente mi fa “Appunto.”

Il primo sembra invalido dalla nascita, ha tutti i muscoli contratti, non riesce a parlare bene, la mano non si apre ne chiude bene, collo storto, gambe storte, tutto storto.

Poi c’è un anziano anche lui immobile sulla carrozzina, senza le gambe. Se ne sta per i fatti suoi, sguardo assente, sguardo vuoto.

Infine un terzo uomo, un signore sui 50 anni, molto carismatico ed energico. Sta incazzato, scherzosamente però dice all’amico “Come sto? Secondo te come sto??? Guardami, non riesco a camminare! Ahah, se solo riuscissi a mettermi sulle stampelle! Dai, però non mi posso lamentare, ci sono cose peggiori…SI, mi è successo cadendo dal quarto piano! Ho sbattuto forte, non posso più camminare e non sento neanche più all’orecchio destro…”

Rimango impressionata dal carisma e dalla sua positività, tiene banco in sala d’attesa.

E poi 3 bambini gemelli sui due anni, la mamma ci spiega che sono nati prematuri. DUe su tre non sono perfettamente normali, sono meno sviluppati sia fisicamente che intellettivamente…”Eh, che ci posso fare…ora l’equipe medica li sta studiando, sembrano un pò in ritardo rispetto a bimbi della loro età. La più piccola mi è nata che pesava 400 grammi, vi rendete conto???”.

E poi accanto a me si siede una signora, si muove tanto, troppo, poi capisco, è Parkinson.

E’ un via vai di gente poveraccia.

Entro nello studio della fisioterapista, la saluto, mi fa “Signorina, allora lei cosa ha che non va?”

Ed io: “Ci ho messo un pò per arrivarci, ma alla fine ho capito che non ho niente!!!”.

Lei ride, mi capisce al volo.

Prossimo post sulla Tecnica Roessenguer.

Read Full Post »

Sapete già che sono mesi che ho problemi di schiena.

Da lì ho fatto risonanza magnetica, visite varie, mi  hanno fatto prendere farmaci che non hanno funzionato, alla fine sono pure andata da un Neurochirurgo che dall’alto della sua esperienza ha escluso ernie o patologie degenerative della colonna.

Meno male.

Diagnosi: Nevralgia.

Cura: Lyrica della Pfizer (farmaco nuovissimo usato non solo per dolori neuropatici ma soprattutto per epilessia e stati di ansia).

Non ho comprato il Lyrica perchè prima mi sono informata ed è un farmaco potente che può provocare effetti collaterali anche sulla personalità, il giorno stesso mi sono recata dal mio medico che mi ha detto:

“Ho un pò (pochi) di pazienti in cura con questo farmaco tra l’altro molto “forte” ma sono molto anziani e stanno piegati in due -e non è il tuo caso- e poi non si può iniziare a prendere il pregabalin così, come fosse un farmaco qualunque! CI vuole cautela nell’ìniziare e nel terminare questo genere di cura”

Sapete che ho fatto?

Oltre a camminare 4 km ogni giorno, ho cambiato materasso e ora dopo 9 mesi… STO MEGLIO!!!!!!!!!!!

Read Full Post »