Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘società’ Category

Domenica mattina, consueta passeggiata delle 11.

Non ricordiamo però che essendo una bellissima e soprattutto calda giornata non saremo soli a passeggiare sul lungomare (come in inverno), ma dovremo fare i conti con un esercito di persone.

Quando dico Esercito di persone intendo esattamente la folla che si potrebbe trovare in piazza di Spagna a Roma.

Il Folle ed io abbiamo iniziato ad invecchiare, questo vuol dire che non sopportiamo facilmente l’esercito di persone.

Nella migliore ipotesi siamo due persone critiche, nella peggior ipotesi siamo due a cui non va bene un cazzo.

E’ più forte di noi, entrambi cataloghiamo tutti quelli che vediamo.

Dopo un lungo silenzio riempito dal chiasso degli altri, dai numerosi zig zag che facciamo tra un passeggino e l’altro, e una bici di bambino e donne gravide faccio:

“L’esercito dei mostri tristi. Ma perché sembrano tutti tristi?”

Il Folle ride e iniziamo la consueta catalogazione.

Allora oggi abbiamo:

– I truzzi: si riconoscono perché hanno tutti gli stessi occhiali truzzi e lo stesso tipo di cane esageratamente piccolo o esageratamente grande e possibilmente brutto

– I bambini con il cappello di Emporio Armani (questi il Folle proprio non li sopporta)

– Le gravide che si dividono in gravide truzze e gravide sportive: le prime indossano vestiti trash che mettono in risalto trash la pancia (trash) e le seconde vestite di tute comode che procedono con fatica e discrezione e con più dignità

– Le “prime tute”: ovvero quella parte del popolo che in occasione della bella stagione si è comprato una tuta fiammante, nuova, coloratissima che va dal rosso al “santiddio rosa confetto”, al nero con brillantini e paillettes in abbinamento a tessuti di velluto, con scarpe da tennis o giallo fosforescente o argentate o color oro.

– I nevrotici: mogli e mariti che si strillano addosso “Tu guarda il bambino! io guardo la bambinaaaaaa! Ma che cazzo fai????? Dove è andato????? Torna quaaaa!”

-Le famiggggggglie: gruppi di 10 persone, generalmente dell’entroterra, anziani annessi, figli annessi e giovani sposi, passo lento, parlano di malattie, di gente morta, di come sono bravi i propri figli e di cosa hanno cucinato per pranzo

– I trentenni senza figli: guardano di sottecchi tutti gli altri, sono notevolmente più rilassati, procedono a passo svelto e criticano l’infelicità degli altri.

Alla fine il Folle conclude che la nostra necessità di catalogare deriva dall’estrema diversità che ci distingue dalla massa, notiamo per forza ogni cosa perché ci riteniamo troppo diversi da tutti loro.

Annunci

Read Full Post »

Una giornata forse particolare, iniziata con una passeggiata nel centro di piccola town sun beach.

Giornata di sole, i cittadini riversati nelle strade con i loro figli, cani e…gatti.

Becchiamo un gatto siamese ciccione al guinzaglio, perfettamente a suo agio.

Becchiamo un barboncino nel cesto di una bici con indosso gli occhiali da sole, sfrecciare con il suo padrone, accanto al siamese al guinzaglio.

Mi sembra di stare in un quadro Pop- Trash, decido per tirarmene fuori, di ripiegare per il bar IN del centro, un cornetto alla crema memorabile, un cappuccino divino.

Riprendiamo la macchina, giriamo per le vie della città alla ricerca della casa dei sogni.

Stiamo ora considerando un piano terra, nuovo ed ampio, in una zona fichissima, oggi sapremo il prezzo.

Mentre il pomeriggio l’ho passato a pulire il frigo e in generale un pò tutta la cucina, avevo gli amichetti in sala che giocavano a Fifa 2011, sembravano di una felicità allucinante.

Corone di madonne.

La sera andiamo al ristorante, con noi ci sono altre 2 coppie e 2 maschi single tra cui uno che è sempre veramente molesto.

Ristorante vuoto.

Due coppie e noi.

Il molesto ci ha fatto vergognare anche ieri, dubito che potrò tornare in quel ristorante.

Oltre a scorreggiare forte, ha anche bestemmiato e parlato di sperma ad alta voce, non solo!

Imitava con insistenza un uomo che ci sedeva accanto e che tossiva in modo particolarmente rumoroso.

Ed ecco che ogni tanto il molesto prendeva a tossire per imitarlo.

Per carità, era ubriaco, ma almeno la scoreggia tienitela.

Ci avranno sputato sui piatti.

Meno male che ieri ero brilla, il vino mi ha permesso di prenderla dopo tutto molto bene.

Anche il discorso di un mio amico sui fantasmi tutto sommato l’ho preso bene.

“No perchè io un periodo avevo uno spirito che mi sbatteva la porta e mi sussurrava, allora la notte avevo paura e alle 3 andavo a correre. Poi dopo che gli ho detto -se posso aiutarti dimmelo che lo faccio- lui se nè andato.”

“Jò, mi fai arrabbiare perchè tu non credi alla mia storia. Perchè devi limitarti così???” Eh Jò! Eh!!!!”

Ed ogni tanto attaccava con il “Perchè non mi credi! Beh allora che spiegazioni vuoi dare? Che sono un visionario????”

Era anche lui ubriaco.

Inoltre sempre ieri sera ho saputo una cosa INCREDIBBBBBILE sul Folle.

“Il folle quando aveva 15 anni rispose male alla madre di Marco che tra l’altro conosceva da pochi giorni. SI si, diverse volte questa, che tra l’altro parla -COTì, PEKKE Tì, ALLORA, Tì ANDIAMO! COTA FATTIAMO- ed è per questo fastidiosa, proprio perchè era un’impicciona rara, chiedeva al folle e sempre con una certa insistenza delle ragazze che aveva e frequentava. Un giorno lui le disse esattamente queste parole “Senti hai rotto i coglioni, sono cazzi miei hai capito???””.

Il Folle non se lo ricorda.

Da ieri sento di stimarlo di più.

Termino qui, evitando un’ultima cosa, perchè troppo trash, ma vi dico che riguarda la tecnica FANTASIOSA spiattellata davanti a tutte, che alcune del gruppo adotterebbero per incastrare i rispettivi ragazzi e rimanere incinte.

(Discorso puramente ironico)

Io, che sono dura e pura, non sono riuscita a portare avanti un discorso del genere, per quanto faceva schifo.

Pace.

Read Full Post »

Quando l’accettazione sociale dipende dai peli.

Cosa credevate pagliacci!

Di essere i più fichi? I migliori? I più stimati? I più bravi?

Tzè.

Siete dei pagliacci tristi, ecco cosa siete!

Per essere il leader in ufficio, il più fico in riva al mare, il più grande scopatore di tutti i tempi dovete assolutamente rasarvi dalla testa ai piedi!

L’uomo peloso oggi è OUT!

Pagliacci tutti!

I tempi sono proprio cambiati, una volta eravamo abituati a vedere Magnum PI, Hunter, per non parlare di Chewbacca!

Read Full Post »