Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Super Mario’ Category

Ricevo telefonata del padre muratore duro e puro:

“Jo5ephine, devi assolutamente sentire l’architetto del mobilificio. Fatti dire queste due cose:

1) qual’è l’altezza soja di quella cosa che metti per il camino

2) quanto è largo il materiale”

“Padre, spiegami non capisco. La soia sarebbe la mensola? Larghezza del materiale sarebbe lo spessore? Quando dici materiale ti riferisci all’okite?”

“Si, esatto.”

“AH. Allora le due richieste si possono unire in una soltanto: qual’è lo spessore della lastra di okite che metteremo nel camino?”

“Brava! SI.”

“…”

Il Padre ha una mente molto complicata. Molto.

Annunci

Read Full Post »

Super Mario (mio padre) mi porta con sè negli oscuri circoli degli uomini duri.

Mi sento come un barboncino appena uscito da uno SPA per cani, quindi profumato e preciso.

E immaginate sempre questo cane pulito, educato, dai modi schivi e distanti, che giace dunque su uno sporco sedile di un camioncino Iveco.

Il cane si adatta schizzinoso, anzi osserva con curiosità il camion e trova questo scritto:

Capisce che i veri duri non scrivono appunti con una normale penna su un foglio normale, no, non sarebbe da veri maschi.

Il maschio vero 100% prende la matita da muratore, un pezzo di cartone e ci scrive sopra, ovviamente scrive cose DURISSIME.

“Trapano, filo zincato, tubo…sabbione”.

Come sarebbe a dire “sabbione”?

Il barboncino si gira e vede…

Ovviamente i finestrini del camioncino…sono aperti.

Insomma. Inizio a tossire, a lamentarmi, ho freddo, starnutisco, invece lui-il durissimo- sta tranquillo con sacchi di non so che sulla spalla, sembra un caterpillar, fa avanti e indietro.

Super Mario è proprio un mito…ok sei duro, l’ho già detto, ora però riportami a casa che devo farmi urgentemente una doccia.

Read Full Post »

Cronaca di una sera passata al Pronto Soccorso.

Intorno alle 20 mi chiama in lacrime mia madre: “Oddio Jò è successa una tragedia!!!!”

Penso: “E’ morta la gatta…”

Mi dice: “Un labrador ha fatto cadere tuo padre, si è rotto l’anca!!!!”

Suggerisco di chiamare un’ambulanza al più presto, non lo fanno, allora corro con il Folle e lo passiamo a prendere.

Arriviamo a casa e lui…cammina zoppicando. Cazzo ma allora sta bene! Oramai le “scene napoletane” di mia madre le conosco fin troppo bene…

“Papà tranquillo, hai preso una brutta botta ma non ti sei rotto nulla, andiamo subito in ospedale per accertamenti”

Morale: Super Mario sta bene, dai raggi niente di rotto, 10 giorni di riposo -che già dice di non voler prendere: “Io Lunedì vado a lavorare!!!!”.

Fa il muratore, è un caterpillar.

All’ospedale c’era:

-la tipa picchiata dal marito che si teneva il braccio stretto sotto al seno per contenere il dolore,  nel frattempo gridava “il padre di mia figlia mi ha fatto questo! io lo dico a mio padre, lo ammazzo!!!!”

-una donna con le doglie

-una cliente di mio padre che come lo ha visto gli diceva “ahhhh Super Mario, non ti sei fatto tanto male, vero? No perché se no chi mi fa il bagno??? Ah sai ci ho ripensato, mi devi allungare il rivestimento della cucina! ahhh sai che ho comprato cucina bla bla bla…ahhh sai è arrivato l’imbianchino? quant’è bellinoooooo!

Non potevo crederci, mio padre si è messo a parlare di lavoro anche a mezzanotte al prontosoccorso!!! E anche con una bella donna attratta dall’imbianchino tondolino!

-un uomo che assomigliava così tanto alla famiglia di mio padre che lì per lì avevo deciso: “Deve essere un probabile fratellastro di papà.Questa è una coincidenza significativa!!!”- stavo delirando.

Va beh, chiudo questo capitolo, è stata proprio una brutta serata di cui vi evito:

1) la parte del nostro avvocato che viene per parlare con il padrone (del cane non assicurato) che si stava cagando addosso

2) la parte del Folle che per ragioni di sicurezza registra in gran segreto la sua conversazione con il padrone del cane mentre confessa il fattaccio (non si sa mai, potrebbe anche dire che il suo cane non ha fatto niente per pararsi il culo)

Voglio dimenticare.

Buona giornata!

Read Full Post »

Non pensavo fosse così complicato trovare il buco per l’uscita della cappa.

Cioè.

E’ stata una vera e proprio odissea.

Il mio babbo, muratore, è stato quasi una giornata intera a smadonnare.

Sale sul tetto, infila sonda… “toc toc toc”.

“Allora dove si sente????”

“Non si sente babbo…”

Questo per un paio di ore.

Andiamo dal vicino che abita esattamente sotto al nostro appartamento.

“Salve, scusi per l’orario bla bla…volevo chiederle se potevo vedere la sua cucina in modo da individuare il buco bla bla…”

“Oh sisi, prego, vede…sta tutto a destra.”

Il Babbo torna sopra e inizia a sfasciare a destra. Niente.

Si agita:

“Comunque a me sembra troppo strano, non può stare a destra! Secondo me è al centro, di preciso non lo so, ma al centro. Anche perché il camino dei fumi è lì e bla bla”

Spacca e…niente buco.

Il Babbo con Folle vanno al piano di sopra, dove c’è un piccolo appartamento mansardato.

Apre una ragazza, “una gran fica” a sentir parlare il Folle.

(Si, rosico)

“Uh si prego entrate…si si il buco è completamente a sinistra!”

il Babbo torna, fa un buco a sinistra.

Niente.

Nel pomeriggio porto uno specchio, non si sa mai, infatti mio padre lo ficca nel buco che aveva creato a sinistra, inserisce lampada e…LO VEDEEEEEEEE!

Tutto eccitato fa “Si si c’è! Sta dopo 7 foratelle!!!!”

Insomma, con un calcolo approssimato il babbo ha sfasciato ed ha trovato il buco…è stata una grande emozione.

Il Buco c’è.

(E abbiamo anche trovato l’uscita del camino ^_^)

Dal buco tanto agognato chi ci spunta?????

Gorbaciov da uno dei fogli di giornale accartocciati… in data:

11 giugno 1989

ovvero l’anno di costruzione dell’edificio!

Qualcuno mi spieghi per quale motivo degli operai hanno creato e subito chiuso quel buco.

Foto ricordo…

Buco per la cappa:

Canna fumaria:

 

Amen.

Read Full Post »