Feeds:
Articoli
Commenti

Sto impazzendo.

Ho terminato le creme per il viso, le mani e il burrocacao per le labbra… anche la crema per il corpo.

Quindi ho ben deciso di cercare su internet qualcosa che sia il più possibile naturale.

Ho scoperto che il 90% dei prodotti per la cura del corpo contengono parabeni, petrolati e paraffine… queste sostanze sono altamente aggressive e alcune possono incidere nell’insorgenza del cancro.

Quindi sono andata in panico totale.

Persino la mia erborista di fiducia ha fatto fatica nel presentarmi un prodotto naturale al 100%… e non l’ha trovato.

Infine visito un negozio di Macrobiotico e trovo una linea completamente naturale… la Hino… i costi sono medi, i prodotti sono molto buoni. Ho provato la crema per le mani e fa paura… costa 10 euro.

Proverò anche la crema per il viso.

Inoltre c’è un’altra marca la Weleda che fa prodotti completamente naturali…ho giusto i camioncini della crema per il corpo… stasera la provo… anche qui il costo è sotto ai 10 euro.

Poi per quanto riguarda il burrocacao ho abbandonato Labello e ho comprato a 2,80 euro quello dei Provenzali all’olio di argan! Naturale al 99%… ho controllato personalmente l’INCI sul biodizionario!

Lo sento… questa è la via che conduce verso la Follia.

 

Annunci

92

Discorso con la nonna 92enne del Folle.

“Signora sto leggendo Ossi di Seppia di Montale… lo trovo splendido…”

“Mah… io questo periodo non le leggo le poesie… non le amo particolarmente… preferisco piuttosto occuparmi di Scienza… sai leggo della Fisica, delle leggi che governano questo mondo…”

 

Cinema GRATISSS

Avere la Carta Cinema 3 è molto fico.

Ogni settimana è possibile vedere GRATIS diversi film da loro proposti.

Ieri è stata la mia prima volta… emozionante… non fosse per il film…

“Paradiso Amaro” di A. Payne (quello di “In viaggio con Jack”)… un film da tagliarsi le vene. Un George Clooney perennemente con l’espressione triste, una moglie perennemente in coma, dei figli perennemente stronzi e meno male che erano almeno stronzi visto che un po’così rallegravano la storia.

La prossima settimana andrò a vedere una cazzata che più cazzata non si può… “Knockout- La resa dei conti”… poco ma sicuro che non mi deprimo.

Siete stressati e la vostra faccia pure?

No problem, i Giapponesi hanno pensato ad una soluzione tutta per voi.

E’ piccola, economica ed efficiente!

E’ LIPS WTF ovvero un Face Slimmer!

Se la vostra mamma lo scopre nel vostro cassetto, non abbiate timore! Indossatelo e fatele vedere come funziona!

Occorre metterlo in bocca e pronunciare per 3 minuti queste vocali:

– “a” : spalanca gli occhi, alza le sopracciglia e urla “aaaaaah”, questo rimuoverà le zampe da gallina intorno ai vostri occhi.

– “i”: sorridi da orecchio ad orecchio e urla “iiiiiiiiii”, questo servirà per inturgidire il vostro seno.

-“u”: chiudi gli occhi, spingi la mascella indietro e increspa le labbra e urla “uuuuu”, questo servirà a rinforzare tutti i muscoli delle espressioni facciali.

-“e”: spalanca gli occhi e urla “eeeee”, questo agirà sulla vostra parte della pelle che è un po’ più cadente.

-“o”: apri la tua bocca e urla “ooooo”, questo rimuoverà le linee dovute al sorriso.

Terzo giorno a letto:

passo il tempo grazie al mio portatilino, un po’ vedo film e un po’ navigo alla ricerca di qualche notizia stramba.

Ne ho trovata una.

Dunque…

Mentre in occidente le donne conducono una “lotta all’ultimo pelo” per rasarsi la vagina possibilmente con lo stile Brazilian… vale a dire una piccola striscia al centro ed il resto tutto via… ecco… in Giappone invece vanno molto di moda le parrucche pubiche. In particolar modo vanno forte “Fiore Notturno” della Komachi Hair incredibilmente gettonate dalle adolescenti che si vergognano del loro pube particolarmente glabro.

La parrucca pubica non è stata di certo inventata da loro! Ma ha delle origini antiche… i romani le usavano per coprire la nudità delle condannate alla crocifissione e nel ‘700 i libertini le adoperavano per vivacizzare i giochi di letto.

Inoltre Kate Winslet ed Evan Rachel Wood le hanno usate  l’una nel set The Reader a l’altra nella miniserie televisiva Mildred Pierce.

Mah rò

Acchiappato l’ennesimo virus dell’influenza me ne sto a letto portando pazienza e aspettando che passi questa cavolo di nausea.

E allora leggo dal mio portatilino le notizie dai vari siti e mi chiedo però una cosa: ma come mai tutti i rotocalchi e telegiornali si sono messi d’accordo nel sostituire la parola Marinaio con Marò?

E chiamateli Marinai!

Mi ricordo quando ci fu l’omicidio di Garlasco… Alberto Stasi lo chiamavano tutti “giovane bocconiano”.

Ma dove le prendono queste parole? Gliele dice l’Ansa???

Mah.